Greensill: Credit Suisse chiede agli investitori di pagare

Finews.ch 20.9.21

BANCHE

Gli investitori nel fallito Greensill Fund stanno ancora aspettando il rimborso di miliardi. Ma prima devono pagare di nuovo: Credit Suisse li sta caricando dei costi per salvare Greensill.null

Credit Suisse (CS) prevede di addebitare agli investitori nei fondi Greensill crollati un costo di $ 145 milioni quest’anno. Questi includono i costi per mantenere Greensill Capital, la società finanziaria che gestiva i fondi CS.

Il CS ha dovuto chiudere il fondo da 10 miliardi di dollari lo scorso marzo. Finora, gli investitori hanno ricevuto quasi 7 miliardi di dollari di rimborsi, ma il CS ha avvertito che potrebbero andare persi circa 2,3 miliardi di dollari.null

Costi inevitabili

Il CS giustifica la richiesta degli investitori con il fatto che le attività operative di Greensill Capital devono essere mantenute. Ci sono anche pagamenti per il liquidatore Grant Thornton. Il “Financial Times” hacitato lunedì da una dichiarazione di CS che la ricerca dei fondi comporterebbe inevitabilmente dei costi. Il CS ne trasporterebbe il più possibile. La dichiarazione ha anche affermato che le commissioni di gestione e i costi per i team di recupero non sarebbero stati gravati sugli investitori.

Parte dei $ 145 milioni andrà a Citigroup, che ha agito come fiduciario per alcune delle carte di credito create da Greensill e ha riscosso commissioni per loro. Circa 10 milioni di dollari confluirebbero nell’operazione di Greensill Capital. Se l’azienda dovesse crollare completamente, i circa 2,3 miliardi di dollari andrebbero completamente persi, così il ragionamento del CS.

I fondi sono con tre debitori, la GFG Alliance, l’operatore minerario statunitense Bluestone Resources e la società di costruzioni Katerra.